Cos’è la canapa?

Cannabisè una parola latina e significa “canapa”. Questa pianta viene dall’Asia ed è utilizzata da migliaia di anni. Con i suoi semi si può produrre dell’olio. La canapa viene coltivata anche perché ha un effetto inebriante.

La pianta di cannabis contiene THC (tetraidrocannabinolo). Il THC è la sostanza chimica che produce l’effetto droga della canapa. Esiste la canapa autorizzata (legale) e la canapa proibita (illegale). Se la canapa contiene più dell’1% di THC, è proibita (illegale). A causa della selezione delle piante, la canapa che si coltiva oggigiorno contiene quantità di THC molto più elevate rispetto a 20 anni fa.

Come si consuma la canapa? 

  • La canapa può essere fumata. Spesso viene mescolata al tabacco. Questo tipo di sigaretta si chiama “spinello” (o “joint”). La canapa può anche essere fumata in una pipa speciale (bong, cilum, ecc.). Il bong è pericoloso, perché l’effetto è rapido e forte.
  • La canapa può essere mangiata sottoforma di dolci alla canapa (space cakes). Attenzione, ci si accorge troppo tardi di averne preso una dose troppo abbondante.
  • È anche possibile bere del tè alla canapa.

Esistono due forme di canapa:

  • l’erba: sono i fiori e le foglie della pianta che vengono seccati. L’erba viene anche chiamata marijuana, gangia, ecc.
  • l’hashish: è la resina della pianta. È più forte dell’erba e viene mescolata ad altre parti della pianta. L’hashish viene anche chiamato pezzo, shit, fumo, kif, droga, ecc.

ècos’è il CBD? È una delle sostanze chimiche (cannabinoidi) contenute nella canapa. Il CBD (cannabidiolo) non provoca ebbrezza come il THC. Alcuni consumatori sostengo che il CBD abbia un effetto rilassante. Il CBD può anche ridurre i dolori. I prodotti CBD che contengono meno dell’1% di THC sono venduti legalmente.

ècos’è il cannabinoide sintetico? È una sostanza artificiale. Il suo effetto è a volte uguale a quello della canapa, mentre altre è completamente diverso. Queste sostanze artificiali vengono ad esempio mescolate a delle erbe. I dosaggi possono variare molto e a volte sono molto forti. Siccome queste sostanze non vengono controllate, non si sa esattamente quello che contengono. I rischi sono difficili da prevedere.

Quanti giovani consumano canapa?

Spesso si pensa che molti giovani consumino canapa. È vero?

In Svizzera, ogni 4 anni gli scolari rispondono a un questionario. Da questa indagine su larga scala risulta che:

  • 1 giovane su 4 ha già provato la canapa prima di aver compiuto 15 anni, ma la maggior parte non continua a farne uso o lo fa solo di tanto in tanto;
  • a 15 anni, 8 ragazzi su 10 non hanno consumato canapa nei 30 giorni che precedevano l’indagine;
  • 9 ragazze su 10 non hanno consumato canapa nei 30 giorni che precedevano l’indagine;
  • alcune ragazze e alcuni ragazzi hanno consumato canapa una o due volte nei 30 giorni che precedevano l’indagine

pochissimi consumano spesso la canapa (con “spesso”, si intende 10 giorni al mese).

Come funziona la canapa?

Quando la canapa viene fumata, il THC entra nel sangue attraverso i polmoni e, attraverso il sangue, arriva fino al cervello. Il THC provoca una forma di ebbrezza. L’effetto maggiore lo si prova dopo circa 15 – 30 minuti e lo stato di ebbrezza dura dalle 2 alle 3 ore. Se la quantità di canapa consumata è elevata, l’effetto può durare più a lungo. Se la canapa viene mangiata, i suoi effetti si avvertono più tardi e durano più a lungo (da 3 a 5 ore e addirittura fino a 12 ore).

La canapa agisce sul cervello come una sorta di ricompensa. Dà un senso di piacere. Più il cervello è giovane, più velocemente assocerà il piacere con la canapa. La canapa ha anche altri effetti immediati:

  • modifica le percezioni (si vede e si sente meno bene)
  • riduce l’attenzione e la memoria
  • rallenta i riflessi
  • aumenta l’appetito
  • riduce i dolori
  • accelera il ritmo cardiaco
  • modifica la pressione sanguigna
  • secca la bocca e la gola
  • dilata le pupille

Gli effetti sono diversi a seconda della persona e della situazione. La canapa, ad esempio, può ridurre l’ansia o, al contrario, rendere la persona molto ansiosa.

La canapa può avere effetti diversi anche a seconda della quantità consumata. Consumata in grande quantità, può rendere molto ansiosi e molto confusi. In questi casi si parla di “bad trip”.

Il consumo di canapa senza rischi non esiste. Più i consumatori sono giovani, più i rischi sono grandi. Se si fa uso di canapa, è bene essere attorniati da persone con cui ci si sente a proprio agio e al sicuro. Evitare il consumo di dosi troppo elevate.

È pericolosa?

Lo stato di ebbrezza provocato dalla canapa può essere pericoloso. Anche il consumo regolare e per lungo tempo presenta dei rischi.

I giovani non sono interessati ai rischi a lungo termine. Sono convinti che non gli possa succedere niente. I pericoli riguardano gli altri. Per questo è importante parlare soprattutto dei rischi immediati.

Rischi immediati più importanti:

  • problemi di concentrazione. Le reazioni sono più lente. Ci si sente stanchi. L’apprendimento è più difficile (vedi anche ad es. “Rischi per gli adolescenti”). Si rischiano incidenti stradali o infortuni nell’utilizzare dei macchinari
  • problemi circolatori. È pericoloso per le persone che già hanno problemi di salute, come ad esempio dei problemi cardiovascolari
  • esperienze negative. Paura, confusione
  • problemi con la legge. La canapa è illegale.

Rischi a lungo termine:

  • diventare dipendenti dalla canapa
  • respiro corto, bronchite, problemi respiratori e tumori sono possibili anche quando la canapa viene fumata senza tabacco. Si può diventare rapidamente dipendenti dalla nicotina se la canapa è mescolata al tabacco.
  • problemi psicologici, soprattutto depressione e ansia
  • malattie mentali
  • sistema immunitario. Si hanno meno difese immunitarie. Uomini e donne sono meno fertili.
  • ma attenzione: non si sa molto sulla canapa e i risultati delle ricerche scientifiche sono a volte contraddittori.

Rischi per gli adolescenti

Gli adolescenti sono nel pieno dello sviluppo fisico e psicologico. Proprio per questo la canapa può essere più dannosa per loro che per gli adulti. Più si è giovani, più i rischi sono elevati. Più si consuma, più i rischi sono elevati.

Il cervello si sviluppa soprattutto durante il periodo dell’adolescenza. La canapa può avere un effetto negativo sul cervello: l’attenzione e la memoria si riducono. I rischi aumentano se il consumo di canapa inizia in giovane età e se le quantità sono elevate.

La canapa può ridurre le capacità di apprendimento. Si impara meno bene. Si perdono alcune esperienze di vita. Ci si rifugia nella canapa invece di imparare a gestire i sentimenti negativi e non si impara a fare altro per sentirsi meglio.

Perché gli adolescenti fumano la canapa?

Dicono che è per divertirsi con gli altri, per sentirsi felici. Molti dicono anche che la canapa rende una festa più bella.

Gli adolescenti consumano canapa quando si sentono tristi, stressati, di cattivo umore o per dimenticare i propri problemi. Spesso le ragazze fumano canapa per dimenticare i loro problemi.

In questo caso, i giovani rischiano di consumarne in quantità sempre maggiori.

Cosa dice la legge?

La canapa che contiene anche solo l’1% di THC è illegale. Non solo il consumo di canapa è proibito, ma anche la sua coltivazione e la vendita. È proibito e punibile. È vietata anche la coltivazione privata di piante di cannabis, anche se si tratta di una coltivazione per uso personale.

Gli adulti a cui vengono trovati addosso meno di 10 g di canapa ricevono una multa di CHF 100.-. Questi adulti non vengono denunciati. Gli adolescenti minorenni vengono invece arrestati dalla polizia. I genitori e il tribunale dei minori vengono informati dell’arresto. Spesso questi giovani vengono affidati a un centro specializzato in dipendenze e devono anche pagare una multa.

Guidare dopo aver consumato canapa è vietato ed è punibile.

La canapa che contiene meno dell1% di THC, è legale. I prodotti della canapa con una quantità elevata di CBD (cannabidiolo) e poco THC, oggigiorno vengono venduti legalmente, ma si sa poco degli effetti e dei rischi del CBD. Quello che si sa è che il CBD non provoca ebbrezza.

Se i vostri figli dicono di fumare “solo” del CBD, è necessario reagire lo stesso. È infatti difficile distinguere tra “erba” legale ed “erba” illegale e anche fumare CBD comporta dei rischi.

Informazioni supplementari, siti Internet interessanti

Per genitori e adolescenti:

  • stop-cannabis.ch
  • safezone.chper consultazioni online
  • I centri specializzati per i giovani o i centri specializzati nelle dipendenze accolgono volentieri sia i giovani, sia i loro genitori. Gli adolescenti e i loro genitori possono andarci insieme o da soli.

I genitori hanno sempre la possibilità di discutere con dei professionisti senza la presenza dei loro figli. Questo può avere dei vantaggi.